Dalla fondazione, nel 1974, ad oggi, il 2024: Elkron quest’anno arriva al significativo traguardo dei (primi) cinquant’anni di attività nel mercato italiano della sicurezza. Un mercato che in questi decenni l’azienda torinese ha contribuito a plasmare, arricchendolo con i risultati di quello che è stato – e rimane – il fil rouge costante della sua storia: una forte e concreta propensione all’innovazione tecnologica. Una innovazione che ha visto Elkron estendere progressivamente la sua attività a diversi comparti di mercato, con tecnologie e soluzioni che hanno portato le famiglie e le imprese, in definitiva, a vivere ed a lavorare meglio.

 

Bastano alcune “istantanee” dei cinquant’anni di Elkron per capire quanto l’azienda abbia sempre mantenuto elevata la sua capacità di innovare. Elkron nasce nel 1974, quando in Italia tutto il settore delle tecnologie per la sicurezza stava ancora muovendo i primi passi. Ma già l’anno seguente l’azienda porta sul mercato i suoi rilevatori volumetrici a microonde, con un approccio tecnologico rivoluzionario nella progettazione degli impianti antintrusione.

 

Negli anni seguenti Elkron continua a migliorare le soluzioni a microonde, è tra i leader nello sviluppo dei rivelatori a due tecnologie (infrarosso e microonde) e mette in fila la registrazione di vari brevetti importanti – ben 21, sinora – per il suo mercato. Come, tra gli altri, quelli per i rilevatori ad infrarossi antiaccecamento, le sirene da esterno protette antischiuma, le chiavi ottiche, i sensori IR con lenti di Fresnel emisferiche.

 

Brevetti e tecnologie sono fondamentali, ovviamente, ma il principale valore di Elkron è sempre stato nella capacità di trasformare l’innovazione tecnologica in vantaggi concreti per i suoi utenti. Anticipando, molto spesso, il resto del mercato grazie alla capacità di coglierne i segnali prima della concorrenza. Anche da questo punto di vista, nei decenni di attività della società i passi significativi non mancano.

 

Nel lontano 1996, ad esempio, mentre gli italiani stavano ancora prendendo dimestichezza con l’Internet di massa, Elkron già lanciava un sistema antintrusione interamente telegestibile via software da un PC remoto. Nel 2007 poi – ben prima che il mercato recepisse davvero le necessità di integrazione tra sistemi diversi che gli utenti e gli installatori esprimevano –  Elkron presentava il suo primo sistema integrato multifunzione, Elkron SIM 500.

 

Parallelamente allo sviluppo tecnologico c’è anche la crescita di Elkron come società. Che nel tempo fa sue le principali, e oggi indispensabili, certificazioni di qualità – 14 sinora i marchi conquistati – e di integrazione tecnologica. Che a partire dagli anni ’90 amplia la sua presenza ufficiale nel mondo con partnership, uffici commerciali e società affiliate ( (Elkron Tunisie, la prima consociata internazionale, nasce nel 2001). Che sviluppa, strategicamente ed a livello di tecnologie e prodotti, una visione integrata e trasversale della sicurezza, la quale oggi non può non essere combinata con molti mondi una volta distinti: videosorveglianza, telecontrollo, safety, automazione, domotica, smart building.

 

E non solo. In questa visione trasversale rientra ovviamente – oggi, anzi, sempre di più – anche la sostenibilità. Negli anni le soluzioni Elkron si sono sviluppate in modo da affrontare sempre meglio il problema dell’impatto ambientale degli ambienti e degli edifici che proteggono e controllano, in particolare con componenti di home/building automation che contribuiscono a favorire il loro risparmio energetico.

 

Elkron ha inoltre avviato un suo proprio percorso di sostenibilità, con l’obiettivo di ridurre drasticamente il proprio “footprint” ambientale. Rientrano in questa strategia, ad esempio, la rivisitazione di tutti gli imballi usati nel confezionamento dei prodotti e, più in generale, l’adozione di stili di lavoro più ecosostenibili per tutta l’azienda.

Leggi Anche