Serie FAP500: modulare, flessibile e conforme alle normative vigenti

La normativa UNI 11224-2019, che riguarda sia gli impianti antincendio di nuova installazione che quelli già presenti, impone severe procedure di sorveglianza, controllo periodico, manutenzione e verifica generale dei sistemi di rilevazione automatica di incendio.

L’impianto antincendio è sicuramente il cuore pulsante della sicurezza di un edificio e deve rispondere a normative stringenti e severe.

Le vigenti disposizioni di legge hanno uniformato le prove da effettuare nel corso della fase di controllo periodico dei sistemi, con differenti livelli di verifica proporzionati all’età dell’impianto stesso (norma UNI 11224-2019).

Ad esempio, i rivelatori “Fire” convenzionali, vanno verificati al 100% nel corso di ogni intervento di manutenzione, mentre per i rivelatori indirizzati le proporzioni cambiano. Nel caso di un impianto installato fino a 6 anni fa, la percentuale di verifica dei rilevatori da controllare nel corso di ogni intervento di manutenzione è pari al 25%, mentre sale al 50% per ogni prova relativa a sistemi antincendio installati fino a 12 anni fa.

Per impianti datati oltre i 12 anni di età, la normativa prevede una verifica generale dei rilevatori con tre opzioni: la prima prevede la sostituzione degli stessi, la seconda la revisione completa, la terza una prova reale di simulazione di incendio (come da direttiva UNI 9795 – UNI TR 11694).

Elkron, soprattutto nel caso di sistemi antincendio non recenti, propone la revisione completa dei rilevatori oppure la sostituzione dell’impianto esistente con uno maggiormente efficiente, performante e tecnologicamente all’avanguardia, offrendo  un conveniente servizio di revisione e riservando al cliente particolari vantaggi nell’acquisto di nuove apparecchiature.

Il sistema antincendio Elkron serie FAP500 è un sistema digitale modulare, flessibile e omologato EN54 che risponde al meglio a tutte le esigenze impiantistiche, semplificando notevolmente la fase d’installazione.

Ogni tipo di configurazione è facilmente programmabile tramite la tastiera della centrale o tramite PC. Il sistema è dotato di una piattaforma di comunicazione che consente di collegare in rete più centrali.

Ideale per applicazioni nel settore terziario con elevate esigenze di gestione della sicurezza.

Tutte le centrali sono predisposte per la comunicazione in rete attraverso un’interfaccia LAN TCP/IP, una porta di comunicazione per le funzioni Master/Slave, una porta di connessione per una stampante, una porta RS485 opto isolata per l’interfacciamento di pannelli ripetitori e centrali di spegnimento, una porta USB per lo scarico dati e la configurazione dell’impianto tramite PC, un’interfaccia di comunicazione per la trasmissione degli eventi.

Questo sistema antincendio è controllabile e gestibile anche a distanza, grazie ai software gestionali che consentono ai sistemi Elkron di interagire fra loro e trasmettere da remoto le informazioni inerenti al funzionamento del sistema stesso.

Il sistema FAP500 è composto da 4 modelli di centrale, da 1 a 16 loop, con la possibilità di collegare la linea in 3 diverse modalità, garantendo a priori l’automatismo dell’autoapprendimento del punto: linea a loop chiuso, linee aperte con collegamento entra/esci e linee aperte con collegamento in parallelo.

Grazie a questa flessibilità è possibile rispondere al meglio a tutte le esigenze correlate ad un impianto antincendio, semplificando notevolmente la fase d’installazione.

Ricordiamo infine che la norma UNI 11224-2019, in vigore dal 5 settembre 2019, è applicabile sia ai nuovi sistemi che a quelli preesistenti. Conviene quindi avere un impianto sempre aggiornato.

Elkron quindi è in grado di supportare l’installatore professionista nella corretta manutenzione dell’impianto, proprio in considerazione del fatto che le norme di settore sono sempre più stringenti ed esigono controlli sempre più frequenti.

Alberto CASTELLARO – Ufficio stampa Elkron

Leggi Anche

FI.SE. Informa
FI.SE. Informa è un nuovo progetto che nasce per dare supporto ai progettisti di impianti, in particolare nel settore della sicurezza.